Savona

Savona è la città più grande della Liguria di Ponente e con i suoi oltre 60000 abitanti è capoluogo di provincia. Nella città c’è un grande porto, nel quale lavorano molti dei suoi abitanti; anche le industrie hanno una notevole importanza. Dal porto di Savona partono i traghetti per la Corsica e il movimento dei turisti è notevole.

La storia di Savona è sempre stata legata a quella della Repubblica di Genova, con la quale la città di Ponente fu spesso in concorrenza commerciale. Di Savona erano originarie la famiglia di Cristoforo Colombo e la famiglia Della Rovere, che diede al Cattolicesimo due importanti papi, Sisto IV (il costruttore della Cappella Sistina) e Giulio II (protettore di Michelangelo), che diede inizio nel 1506 ai lavori di costruzione della basilica di San Pietro a Roma. L’importanza della famiglia Della Rovere a Savona è testimoniata dalla Cappella Sistina (mausoleo dei genitori di Sisto IV) e l’incompiuto palazzo (opera del Sangallo) per il cardinale Della Rovere, il futuro Giulio II.

Con l’inizio dell’industrializzazione a Savona si sviluppò l’industria metallurgica. Nel 1853 fu inaugurato il teatro dedicato a Gabriello Chiabrera, noto poeta e drammaturgo savonese. Il teatro è considerato tra i più belli della Liguria.

Durante la seconda guerra mondiale la città fu bombardata dagli alleati e si salvarono solo alcuni dei monumenti più antichi. Tra questi la fortezza genovese del XVI secolo, alcune torri medioevali, la “nuova” cattedrale (1589-1602), la chiesa del castello con l’altare di Vincenzo Foppa e il santuario della Vergine nel luogo della sua apparizione ad un pastore nel 1536.

Nei secoli XVII-XVIII Savona fu un grande centro di produzione della ceramica; rappresentata da una notevole raccolta esposta nel locale museo.